Le ricerche sullo sviluppo dell’essere umano, sui processi di apprendimento e sulla moltitudine di competenze coinvolte nel processo di formazione del bambino hanno fatto considerevoli progressi negli ultimi dieci anni.

La neuroeducazione è un campo emergente, nato dalla collaborazione tra neuroscienze, psicologia e pedagogia, che studia lo sviluppo dei bambini, i programmi educativi per l’infanzia e i loro effetti.

È oramai assodato che gli individui sono il frutto di un mix tra patrimonio genetico e interazione con l’ambiente. I geni stabiliscono quando i circuiti cerebrali si svilupperanno (abilità), ma il modo in cui tali circuiti effettivamente si formeranno dipenderà dall’ambiente, dalle esperienze e dalle relazioni vissute durante l’infanzia.

La neurobiologia ha mostrato chiaramente come le esperienze infantili influenzino un cervello in fase di sviluppo e costituiscano le basi di una società di successo. La realizzazione personale, il rendimento scolastico, la produttività in campo lavorativo, la cittadinanza responsabile, la salute, la resilienza, il senso di comunità e persino le capacità genitoriali dipendono dai percorsi sviluppati nel periodo cruciale dei primi anni di vita. Si può letteralmente affermare che le esperienze dell’infanzia modellino l’architettura del cervello dell’uomo adulto. In poche parole, neuroeducazione è Montessori.

neuroeducazione è un campo emergente, nato dalla collaborazione tra neuroscienze, psicologia e pedagogia, che studia lo sviluppo dei bambini, i programmi educativi per l’infanzia e i loro effetti. È oramai assodato che gli individui sono il frutto di un mix tra patrimonio genetico e interazione con l’ambiente. I geni stabiliscono quando i circuiti cerebrali si svilupperanno (abilità), ma il modo in cui tali circuiti effettivamente si formeranno dipenderà dall’ambiente, dalle esperienze e dalle relazioni vissute durante l’infanzia. La neurobiologia ha mostrato chiaramente come le esperienze infantili influenzino un cervello in fase di sviluppo e costituiscano le basi di una società di successo. La realizzazione personale, il rendimento scolastico, la produttività in campo lavorativo, la cittadinanza responsabile, la salute, la resilienza, il senso di comunità e persino le capacità genitoriali dipendono dai percorsi sviluppati nel periodo cruciale dei primi anni di vita. Si può letteralmente affermare che le esperienze dell’infanzia modellino l’architettura del cervello dell’uomo adulto. In poche parole, neuroeducazione è Montessori.